Archivi tag: Ucraina

Report geopolitico dell’11 luglio 2017

Rassegna ragionata dei principali accadimenti di politica internazionale 

DIPLOMAZIA ALL’APERTO 

UE. Unione Europea e Ucraina hanno approvato l’accordo di associazione che avvicina l’ex repubblica sovietica all’ingresso nel consesso europeo.

È L’ECONOMIA, BELLEZZA

MERCATI. DJ (0,00), FTSE 100 (-0,55). DAX (-0,07), CAC40 (-0,48), FTSE MIB (-0,37), Nikkei (-0,52), Hang Seng (0,82).

VALUTE €/x. $ (1,148), £ (0,893), ¥en (130,246), ¥uan (7,792), CHF (1,105), Real (0,267), Rub (0,0144).

COMMODITIES. WTI (45,76), Brent (48,17), Gas (3,03), Oro (1.219,20), Argento (15,83), Rame (2,68), Cotone (0,84), Zucchero (0,14).

Annunci

Report geopolitico del 28 giugno 2017

Rassegna ragionata dei principali accadimenti di politica internazionale 

UNITÀ DI CRISI 

VENEZUELA. Un elicottero della polizia ha sparato alcuni colpi su un palazzo del ministero degli interni e lanciato granate sulla Corte Suprema, in quello che il presidente Maduro ha definito un atto terroristico.

SIRIA. Le forze turche hanno lanciato alcuni colpi di artiglieria sul,e milizi curde YPG dopo che queste ultime avevano attaccato le milizie filo turche impegnate nel conflitto siriano.

CYBERWAR. Un attacco cibernetica é stato effettuato ai danni di numerose compagnie private, a livello globale, colpendo principalmente Ucraina, Polonia e Russia.

É L’ECONOMIA, BELLEZZA

MERCATI. DJ (0,68), FTSE 100 (-0,63), DAX (-0,19), CAC40 (-0,11), FTSE MIB (1,24), Nikkei (0,53), Hang Seng (0,88).

VALUTE €/x. $ (1,140), £ (0,880), ¥en (128,003), ¥uan (7,732), CHF (1,092), Real (0,267), Rub (0,0148).

COMMODITIES. WTI (44,96), Brent (47,70), Gas (3,09), Oro (1.251,40), Argento (16,82), Rame (2,68), Cotone (0,84), Zucchero (0,14), Mais (357,00), Soia (918,25), Grano (461,25), Avena (269,50), Riso (11,42).


Pillole glopolitiche del 27 aprile 2016

  
Rassegna ragionata dei principali accadimenti di politica internazionale 

DANGER ROOM

UCRAINA. Il bombardamento di un checkpoint delle milizie filo russe, nonostante il cessate il fuoco ancora in vigore, ha causato la morte di almeno 4 persone.

ONE MAN, ONE VOTE

STATI UNITI. La giornata elettorale delle primarie statunitensi si è conclusa con la vittoria di Donald Truml in tutti e cinque gli Stati dove si è votato, e quella di Hillary Clinton in quattro su cinque.

DI PETROLIO ED ALTRE RISORSE

COMMODITIES. Gas naturale (2.035$), WTI (44.04$), Brent (45.74$).

Pillole glopolitiche del 14 aprile 2016

  
Rassegna ragionata dei principali accadimenti di politica internazionale 

DANGER ROOM

YEMEN. Almeno 13 persone appartenenti alle forze filo governative sono morte a seguito di alcuni scontri avvenuti a nord della capitale Sanaa con le milizie Houthi, nonostante sia in vigore un accordo di cessate il fuoco.

UN UOMO, UN VOTO

UCRAINA. Il parlamento ucraino ha approvato la nomina a Primo ministro di Voloymyr Groysman, dopo le dimissioni di Yatsenyuk.

DI PETROLIO ED ALTRE RISORSE

COMMODITIES. Gas Naturale (2.036$), WTI (41.76$), Brent (44.18$).

Pillole glopolitiche dell’11 aprile 2016

  
Rassegna ragionata dei principali accadimenti di politica internazionale 

DANGER ROOM

SIRIA. I miliziani islamici dello Stato Islamico hanno riconquistato la città  settentrionale di Al Rai, alcuni giorni dopo averla ceduta ai ribelli.

SOMALIA. Un attentato esplosivo è avvenuto nella capitale somala Mogadiscio, all’esterno di un ristorante affollato, causando la morte di cinque persone.

YEMEN. Le forze governative yemenite ed i ribelli Houthi hanno raggiunto, in Arabia Saudita, un accordo per un cessate il fuoco.

DI PETROLIO ED ALTRE RISORSE

COMMODITIES. Gas naturale (1.948$), WTI (40.15$), Brent (42.46$).

ONE MAN, ONE VOTE

UCRAINA. Il premier ucraino Arseniy Yatsenyuk ha annunciato che si rimetterà dal suo incarico, a causa della continua instabilità governativa.

Pillole glopolitiche: 15 settembre 2015

 

DANGER ROOM

SIRIA. Un’autobomba é esposta nella città di Hassakeh, causando la morte di una persona ed il ferimento di almeno dodici. L’attentato é stato rivendicato dallo Stato Islamico che aveva già confermato la paternità del doppio attentato che il giorno prima aveva fatto 32 vittime.

SUD SUDAN. L’esercito sudsudanese ha respinto un attacco portato innanzi dai ribelli guidati da Riek Machar, nell’ennesima violazione del cessate il fuoco che dovrebbe concludere la guerra civile che dura da 12 mesi.

É L’ECONOMIA, BELLEZZA.

UCRAINA. I parlamentari ucraini dovranno oggi votare l’accettazione di un piano di ristrutturazione del debito che, se approvato, dovrebbe ridurlo del 20%.

NONSOLOPOLITICA

UNGHERIA. Il governo di Viktor Orban ha inasprito le misure di sicurezza nel paese, a causa dell’enorme flusso di migranti, autorizzando la polizia ad arrestare chi si introduce illegalmente in Ungheria.

Pillole glopolitiche: 12 maggio 2015

 

YEMEN: report non confermati mostrerebbero che anche la Malesia si é aggiunta alla coalizione a guida saudita contro i ribelli Houthi, diventandone il 12esimo paese contributore.

SUDAFRICA: Mmusi Maimane, 34enne nero di Krugersdorp, é il nuovo leader della Democratic Alliance (DA), il principale partito dell’opposizione sudafricana.

CUBA: storica visita a L’Avana del presidente francese Francois Hollande che diventa così il primo leader occidentale a recarsi sull’isola caraibica dopo l’inizio della distensione con il governo statunitense.

MISTRAL: potrebbero essere vendute ai cinesi le due fregate Mistral prodotte per la Marina russa ma rimaste invendute a causa delle sanzioni contro la Russia per la questione Ucraina.

INDICI AZIONARI: Dow Jones (-0,20%), Nikkei (+0,71%), FTSE 100(+0,21%).

Pillole glopolitiche: 15 aprile 2015

 

SIRIA: i militanti dello Stato Islamico avrebbero lasciato il campo profughi di Yarmouk, alle porte di Damasco, ritirandosi nelle loro postazioni ad Hajar al Aswad.

IRAQ: gli abitanti di Ramadi sono stati costretti a lasciare le loro abitazioni, dopo un’offensiva condotta dai miliziani dello Stato Islamico.

LIBIA: le forze leali all’unico governo riconosciuto internazionalmente hanno condotto una serie di offensive aeree su Tripoli, controllata dai gruppi rivali.

ONU: il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha approvato l’imposizione di un embargo di armi contro le milizie Houthi nello Yemen.

YEMEN: la branca yemenita di al-Qaeda ha comunicato che Ibrahim al-Rubaish, il capo religioso, é stato ucciso dall’attacco di un drone.

UCRAINA: sei soldati ucraini sono morti a seguito di un’escalation di violenza tra ribelli e truppe governative, nonostante sia attiva una tregua.

PAKISTAN: il Pakistan ha testato, con successo, il missile balistico a medio raggio Ghauri capace di trasportare testate sia convenzionali che nucleari.

CINA: i dati del PIL del primo trimestre mostrano una crescita del 7% su anno, contro le attese di un +7,3%.

IEA: l’Agenzia Internazionale dell’Energia ha previsto per il 2015 una crescita della domanda di petrolio, mentre rimane incerto il contesto relativo ai prezzi.

AIIB: la banca a guida cinese ha approvato la membership di 57 stati fondatori, tra i quali l’Italia. 

GOOGLE: l’Unione Europea sta valutando una maxi-multa ai danni di Google, per abuso di posizione dominante.

Pillole glopolitiche: 14 aprile 2015

 

YEMEN: il presidente Abd Rabbo Mansour Hadi ha nominato alla vicepresidenza il suo ex Primo Ministro Khaled Bahah.

UCRAINA: ucraini e filo-russi si sono accordati per il ritiro delle armi pesanti dal confine, in accordo con quanto stabilito a Minsk il 12 febbraio scorso.

USA: il premier iracheno Haider al-Abadi é in visita negli Stati Uniti per discutere l’evoluzione della guerra allo Stato Islamico.

IRAN-RUSSIA: il presidente russo Vladimir Putin ha rimosso l’embargo alla vendita all’Iran dei sistemi missilistici S-300.

Pillole geopolitiche: 24 marzo 2015

 

 YEMEN: il presidente deposto Abd Rabbo Mansour Hadi e alcuni membri influenti del suo governo hanno chiesto al Consiglio di Cooperazione del Golfo di intervenire per impedire l’avanzata dei miliziani Houthi.

USA/UCRAINA: il Congresso americano ha votato, a larga maggioranza, una risoluzione che esorta il presidente Barack Obama ad inviare armi letali a sostegno dell’esercito ucraino.

SUD SUDAN: il parlamento di Juba ha prorogato di tre anni, con una votazione a larga maggioranza, il mandato presidenziale del presidente Salva Kiir.

ISRAELE: il Mossad, il servizio segreto israeliano, potrebbe essere accusato di aver spiato i colloqui segreti sul nucleare tra Iran e USA, per girarli ai rappresentanti repubblicani del Congresso statunitense.

FRANCIA: un Airbus320 della compagnia aerea tedesca Germanwings, proveniente da Barcellona e diretto a Dusseldorf, è precipitato nei pressi della località di Digne in Francia, con a bordo 148 persone, tutti dichiarati morti.