Archivi tag: India

La più grande fabbrica di telefoni cellulari al mondo

Il gigante sudcoreano dei telefoni Samsung ha deciso di aprire in India la sua piu grande fabbrica al mondo. La fabbrica produrrà circa 120 milioni di esemplari all’anno, mentre l’India di conferma il secondo mercato mondiale per la vendita di cellulari, dopo la Cina. All’inaugurazione erano presenti il presidente sudcoreano Moon Jae-in ed il premier indiano Narendra Modi, segno tangibile della volontà di instaurare nuove alleanze.

Fonte: Bloomberg

Annunci

Report geopolitico del 22 Maggio 2018

Rassegna ragionata dei principali accadimenti di politica internazionale

UNITÀ DI CRISI

INDIA. Nove persone sono morte nel corso degli scontri tra manifestanti e forze di sicurezza, per le proteste riguardanti una miniera di rame nel sud dell’India.

BURKINA FASO. Le forze di sicurezza burkinabé hanno effettuato un’operazione di polizia nella capitale del paese, uccidendo tre miliziani jihadisti.

AFGHANISTAN. Un’autobomba piazzata su un pulmino é esplosa nei pressi di un checkpoint a Kandahar, causando la morte di 16 persone ed il ferimento di altre 12.

SOMALIA. Almeno 12 soldati sono morti e diversi altri sono morti, a seguito di un attentato ai danni di un convoglio di militari, nei pressi della città di Afgoi, nella regione del basso Scebeli.

YEMEN. Cinque persone sono morte e ventidue sono rimaste ferite dopo il lancio di un missile dei ribelli Houthi, sulla città di Marib.

DIPLOMAZIA ALL’APERTO

COREA DEL SUD-USA. Il presidente sud coreano Moon Jae-in si é recato in visita di stato negli Stati Uniti, dove incontrerà il presidente Trump, per discutere di Corea del Nord.

É L’ECONOMIA, BELLEZZA

INDICI. DJ (-0,42), Nasdaq (0,05), FTSE 100 (0,23), DAX (0,70), CAC40 (0,05), IBEX (0,72), Nikkei (-0,18), Hang Seng (0,70), Shanghai (0,02), FTSE MIB (0,54), VIX (13), Baltic Dry (1468,00).

VALUTE €/x. $ (1,179), £ (0,876), ¥en (130,7), ¥uan (7,511), CHF (1,173), Aus (1,554), Can (1,506), Rub (72,349), Real (4,317), Won (1267,93), Rup (80,210), Lyr (5,470).

COMMODITIES. WTI (71,284), Brent (78,348), Gas (2,838), Oro (1293,75), Argento (16,286), Rame (3,050), Platino (897,70), Palladio (979,35), Acciaio (3980,00), Alluminio (2319,00), Cobalto (89250), Nickel (13819,50), Litio (131,56), Soia (1007,250), Grano (488,00), Cotone (83,76), Riso (12,319), Cacao (2670,00), Caffè (113,20), Avena (239,00), Lana (1891.00), Zucchero (11,52), Mais (398,25).

Report geopolitico del 15 Maggio 2018

Rassegna ragionata dei principali accadimenti di politica internazionale

UNITÀ DI CRISI

AFGHANISTAN. I miliziani talebani hanno preso il controllo di una parte della città di Farah, dopo aver tentato un assalto alle strutture principali della città.

SIRIA. É iniziato ad Astana, capitale del Kazakhstan, il nono round dei colloqui per la Siria, gestiti da Russia, Turchia e Iran.

UNA TESTA, UN VOTO

INDIA. Il partito del premier Narendra Modi, Bharatiya Janata Party, ha ottenuto un importante vittoria nelle elezioni dello stato di Karnataka, nel sud dell’India, recuperando i consensi persi nelle ultime tornate locali.

É L’ECONOMIA, BELLEZZA

INDICI. DJ (-0,78), Nasdaq (0,18), FTSE 100 (1,184), DAX (-01,8), CAC40 (-0,02), IBEX (-0,12), Nikkei (0,47), Hang Seng (1,26), Shanghai (0,35), FTSE MIB (0,26). VIX (13), Baltic Dry (1468,00).

VALUTE €/x. $ (1,198), £ (0,882), ¥en (131,27), ¥uan (7,597), CHF (1,196), Aus (1,586), Can (1,530), Rub (73,805), Real (4,292), Won (1280,74), Rup (80,954), Lyr (5,174).

COMMODITIES. WTI (71,284), Brent (78,348), Gas (2,838), Oro (1293,75), Argento (16,286), Rame (3,050), Platino (897,70), Palladio (979,35), Acciaio (3980,00), Alluminio (2319,00), Cobalto (89250), Nickel (13819,50), Litio (131,56), Soia (1007,250), Grano (488,000), Cotone (83,76), Riso (12,319), Cacao (2670,00), Caffè (113,20), Avena (239,000), Lana (1891,00), Zucchero (11,52), Mais (298,250).

Report geopolitico del 3 Maggio 2018

Rassegna ragionata dei principali accadimenti di politica internazionale

UNITÀ DI CRISI

SIRIA. I ribelli siriani hanno concordato il ritiro dalle città di Houla, Rastan e Talbiseh, nei dintorni settentrionali di Homs.

INDIA. Una tempesta di sabbia e pioggia ha interessato gli Stati del Rajastan e dell’Uttar Pradesh, causando la morte di oltre 70 persone.

É L’ECONOMIA,BELLEZZA

INDICI. DJ (0,14), Nasdaq (-0,08), FTSE 100 (-0,54), DAX (-0,88), CAC40 (-0,50), IBEX (-0,50), Nikkei (-0,16), Hang Seng (-1,16), Shanghai (0,65), FTSE MIB (-0,83), VIX (16), Baltic Dry (1376,00).

VALUTE €/x. $ (0,35), £ (0,881), ¥en (131,03), ¥uan (7,613), CHF (1,195), Aus (1,592), Can (1,540), Rub (76,087), Real (4,236), Won (1288,96), Rup (79,896), Lyr (5,036).

COMMODITIES. WTI (68,586), Brent (73,573), Gas (2,738), Oro (1316,34), Argento (16,441), Rame (3,069), Platino (902,40), Palladio (959,30), Acciaio (4029,00), Alluminio (2320,00), Cobalto (88750), Nickel (13596,75), Litio (127,13), Soia (1043,221), Grano (541,043), Cotone (84,45), Riso (12,728), Cacao (2863,00), Caffè (122,45), Avena (223,76), Lana (1846,00), Zucchero (11,69), Mais (399,599).

Report geopolitico del 21 Marzo 2018

Rassegna ragionata dei principali accadimenti di politica internazionale

UNITÀ DI CRISI

KASHMIR. Cinque soldati indiani e quattro miliziani sono morti a seguito di scontri nei pressi di Kupwara, città situata a 90 km da Srinagar, nella contestata regione del Kashmir.

SIRIA. Un raid aereo dei governativi sulla zona orientale di Idlib ha causato la morte di 20 persone, tra cui 16 bambini, che scappavano da un precedente bombardamento su una scuola.

NIGERIA. I miliziani islamisti di Boko Haram hanno liberato quasi tutte le 110 ragazze rapite il mese scorso, nel nord est della Nigeria.

AFGHANISTAN. Oltre 30 persone sono morte, a seguito dell’esplosione di un’autobomba, rivendicata dall’ISIS, nei pressi di una moschea di Kabul.

IRAQ. Una serie di strike aerei condotti dall’aviazione turca nell’area di Hakurk, nel nord dell’Iraq, ha causato la morte di 12 appartenenti al PKK.

UNA TESTA, UN VOTO

MYANMAR. L’attuale presidente del Myanmar, Htin Kyaw, alleato stretto di Aung San Suu Kyi, ha rassegnato le dimissioni, adducendo motivi di salute.

PERÙ. Il presidente peruviano Pedro Pablo Kuczynski ha rassegnato le dimissioni, a seguito delle accuse di corruzione che avrebbero potuto condurre al suo impeachment.

É L’ECONOMIA, BELLEZZA

AFRICA. Più di 40 paesi africani hanno siglato l’African Continental Free Trade Area Agreement (AfCFTA), l’accordo che dovrebbe ridurre le tariffe su circa il 90% dei beni commerciabili nel continente.

USA. La Federal Reserve ha deciso di alzare di un quarto di punto i tassi di interesse, portandoli nel range 1,5%-1,75%.

INDICI. DJ (0,49), Nasdaq (-0,03), FTSE 100 (-0,26), DAX (0,01), CAC40 (-0,24), IBEX (-0,52), Nikkei (-0,47), Hang Seng (-0,49), Shanghai (0,34), FTSE MIB (0,10), VIX (18), Baltic Dry (1136,00).

VALUTE €/x. $ (1,227), £ (0,877), ¥en (130,72), ¥uan (7,774). CHF (1,172), Aus (1,593), Can (1,604), Rub (70,846), Real (4,041), Won (1314,93), Rup (80,037).

COMMODITIES. WTI (65,377), Brent (69,725), Gas (2,675), Oro (1334,36), Argento (16,594), Rame (3,030), Platino (942,60), Palladio (981,50), Acciaio (3722,00), Cobalto (89000), Nickel (13569,00), Litio (134,00), Soia (1029,030), Grano (453,168), Cotone (83,08), Riso (12,207), Cacao (2480,00). Caffè (118,80), Avena (235,205), Lana (1751,00), Zucchero (12,62), Mais (374,750).

Il TAPI alla scoperta dell’Afghanistan

I leader di Turkmenistan, Afghanistan, Pakistan e India hanno dato il via alla costruzione del gasdotto TAPI, chiamato così dalle iniziali delle nazioni coinvolte, che trasporterà il gas turkmeno fino al gigante indiano, attraverso i territori pachistani e afghani. Proprio nei giorni scorsi è stato inaugurato l’inizio dei lavori del tratto afghano, del valore di 8 miliardi di dollari, che avrà inizio dalla città turkmena di SERHETABAT. Il Turkmenistan possiede la quarta riserva al mondo di gas, ma è dipendente dalle importazioni cinesi, dopo che la Russia ha tagliato le proprie importazioni dall’ex repubblica sovietica. Il progetto TAPI, una volta ultimato, dovrebbe trasportare 33 miliardi di metri cubici di gas all’anno, attraverso un gasdotto di 1800 chilometri che collegherà la città di Galkynysh, il secondo sito estrattivo di gas al mondo, alla città di Fazilka, situata nel nord dell’India, vicino al confine con il Pakistan. Il TAPI è considerato non un semplice corridoio energetico, ma un progetto strategico per tutta l’Asia Centrale, il cui sviluppo è stato bloccato dalla difficile situazione interna afghana. Le condutture dovrebbero transitare nel sud dell’Afghanistan, proprio lungo i territori controllati maggiormente dei miliziani talebani. Proprio in questo senso potrebbero essere inquadrate le dichiarazioni distensive sia da parte dei talebani, che hanno reso noto di volersi avvicinare ad un tavolo negoziatorio, sia del presidente Ashraf Ghani che ha dichiarato di essere pronto ad “istituzionalizzare” i talebani, accettando la costituzione di un loro partito politico.

Report geopolitico del 28 febbraio 2018

Rassegna ragionata dei principali accadimenti di politica internazionale

UNITÀ DI CRISI

COLOMBIA. Un attacco condotto da appartenenti all’ELN, l’ultimo gruppo di ribelli in Colombia, ha causato la morte di cinque persone ed il ferimento di altre 10, nei pressi di Cucuta, città situata nei pressi del confine con il Venezuela.

YEMEN. Una serie di raid aerei della coalizione a guida saudita a nord e ovest dello Yemen, ha causato la morte di nove persone ed Il ferimento di altre sei.

É L’ECONOMIA, BELLEZZA

INDIA. L’economia indiana ha fatto registrare una crescita di +7,2% nel quarto trimestre del 2017, portando la crescita annuale a +6,6%.

INDICI. DJ (-0,64), Nasdaq (-0,08), FTSE 100 (-0,56), DAX (-0,44), CAC40 (-0,44), IBEX (-0,35),Nikkei (-1,44), Hang Seng (-1,54), Shanghai (-0,99), FTSE MIB (-0,51), VIX (20), Baltic Dry (1192,00).

VALUTE €/x. $ (1,221), £ (0,884), ¥en (130,72), ¥uan (7,728), CHF (1,152), Aus (1,563), Can (1,560), Rub (68,754), Real (3,971), Won (1320,25), Rup (79,623).

COMMODITIES. WTI (61,46), Brent (65,78), Gas (2,68), Oro (1315,45), Argento (16,37), Platino (982,70), Palladio (1043,00), Soia (1042,91), Grano (481,96), Cotone (81,65), Riso (12,36), Avena (262,26), Zucchero (13,36), Mais (374,16), Rame (3,14), Acciaio (4158,00), Nickel (13879,50), Litio (137,61).

Report geopolitico del 5 febbraio 2018

Rassegna ragionata dei principali accadimenti di politica internazionale

UNITÀ DI CRISI

KASHMIR. Una serie di schermagli tra esercito indiano e pachistano, nella contestata regione del Kashmir, ha causato la morte di almeno quattro persone.

SIRIA. L’aviazione governativa siriana ha condotto una serie di strike aerei nel distretto di Ghouta, causando la morte di almeno 23 persone.

RD CONGO. Almeno 30 persone sono morte a seguito di scontri etnici tra gli Hema, proprietari terrieri, e i Lendu, agricoltori, nella provincia nord orientale di Ituri.

CAMERUN. Un attacco condotto dalle milizie islamisti di Boko Haram, nella cittadina di Hitawa, ha causato la morte di almeno sei persone.

DIPLOMAZIA ALL’APERTO

TURCHIA-ITALIA. Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan si é recato in visita di stato in Italia dove, dopo aver incontrato Papa Francesco, incontrerà anche il premier italiano Paolo Gentiloni.

UNA TESTA, UN VOTO

CIPRO. Il presidente uscente Nicos Anastasiades é stato rieletto alla presidenza di Cipro, dopo aver ottenuto al ballottaggio di domenica 4 febbraio il 56% dei voti, sconfiggendo l’avversario di sinistra Stavros Malas che ha ottenuto il 44% dei voti.

É L’ECONOMIA, BELLEZZA

INDONESIA. L’economia indonesiana é cresciuta di +5,07% nel 2017.

INDICI. DJ (-4,60), Nasdaq (-3,76), FTSE 100 (-1,43), DAX (-0,76), CAC40 (-1,48), IBEX (-1,44), Nikkei (-6,49), Hang Seng (-4,94), Shanghai (-2,95), FTSE MIB (-1,64), Baltic Dry (1095,00).

VALUTE €/x. $ (1,244), £ (0,885), ¥en (136,67), ¥uan (7,824). CHF (1,159), Aus (1,566), Can (1,546), Rub (70,498), Real (4,017), Won (1352,64), Rup (79,743).

COMMODITIES. WTI (63,499), Brent (67,511), Gas (2,744), Oro (1377,5), Argento (16,796), Platino (991,20), Palladio (1034,72), Rame (3,205), Acciaio (3930,00), Soia (971,166), Grano (441,198), Cotone (77,20), Riso (12,505), Avena (267,500), Zucchero (13,89), Mais (360,725).

Report geopolitico dell’11 dicembre 2017

Rassegna ragionata dei principali accadimenti di politica internazionale

UNITÀ DI CRISI

SIRIA. Il presidente russo Vladimir Putin ha compiuto una visita inaspettata alla base siriana di Hmeimim, al termine della quale ha comunicato l’inizio del ritiro delle proprie truppe.

STATI UNITI. Un attentatore suicida, originario del Bangladesh, ha tentato di farsi esplodere in una stazione della metropolitana nei pressi di Times Square, provocando solo alcuni danni.

DIPLOMAZIA ALL’APERTO

ISRAELE-UE. Il primo ministro Benjamin Netanyahu si é recato a Bruxelles, dove ha incontrato Federica Mogherini, alla ricerca di supporto politico, dopo la decisione di Donald Trump di riconoscere Gerusalemme quale capitale di Israele.

RUSSIA-CINA-INDIA. I ministri degli esteri di Russia, Cina e India si incontreranno a Nuova Delhi, per discutere di sicurezza e commercio, oltre che di Afghanistan.

UNA TESTA, UN VOTO

FRANCIA. Le elezioni regionali della Corsica si sono concluse con una convincente vittoria dei nazionalisti, che ora chiedono maggiore autonomia al governo centrale.

INDIA. Rahul Gandhi sarà il nuovo leader del Partito del Congresso, storico partito indiano, attualmente all’opposizione.

MILITARIA

QATAR. Il governo qatarino ha siglato con il governo inglese un contratto del valore di oltre 6 miliardi di dollari, per l’acquisizione di 24 aerei d’attacco Typhoon dalla società BAE.

ESERCITAZIONI. Stati Uniti, Corea del Sud e Giappone hanno iniziato una serie di esercitazioni congiunte al largo delle coste del Mar del Giappone.

É L’ECONOMIA, BELLEZZA

MERCATI. DJ (0,13), Nasdaq (0,44), FTSE 100 (0,80), DAX (-0,23), CAC40 (-0,23), IBEX (-0,14), Nikkei (0,56), Hang Seng (1,18), Shanghai (0,98), FTSE MIB (-0,36).

VALUTE €/x. $ (1,179), £ (0,882), ¥en (133,66), ¥uan (7,806), CHF (1,167), Aus (1,567), Can (1,516), Rub (69,795), Real (3,865), Won (1285,61), Rup (75,980).

COMMODITIES. WTI (57,95), Brent (64,66), Gas (2,81), Oro (1.243,10), Argento (15,63), Rame (2,99), Cotone (0,69), Zucchero (0,14), Mais (336,00), Soia (984,50), Grano (387,75), Avena (227,50), Riso (12,26).

TURCHIA. L’economia turca é cresciuta dell’11.1% nel terzo trimestre del 2017.

DA TENERE D’OCCHIO. Discorso del presidente della BCE Mario Draghi.

Inaugurata la nuova via commerciale tra India e Afghanistan (…attraverso l’Iran)

 

 

Finalmente l’India ha la sua nuova strada commerciale verso l’Afghanistan: i due paesi sono connessi grazie al porto iraniano di Chabahar, dato che il Pakistan non ha concesso il transito dei beni attraverso il proprio territorio. Le prime consegne di grano sono già avvenute con partenza dal porto indiano di Kandla verso quello iraniano di Chabahar, per poi proseguire via terra verso la capitale afghana Kabul. La maggiore connettività tra India e Afghanistan rientra tra le soluzioni che il governo americano ha prospettato per garantire una maggiore stabilità al paese centro asiatico in conflitto da 16 anni. Lo sviluppo del porto di Chabahar, invece, è visto come la risposta indiana a Gwadar, il porto pachistano sviluppato e sostenuto dalla Cina nell’ambito del mastodontico progetto One Belt One Road. Certo il rinnovato rancore americano verso l’Iran, dopo la cancellazione delle sanzioni da parte dell’amministrazione Obama, potrebbero portare a qualche intoppo nello sviluppo di questa nuova via commerciale.