Archivi tag: Camerun

Report geopolitico del 9 novembre 2017

Rassegna ragionata dei principali accadimenti di politica internazionale 

UNITÀ DI CRISI 

CAMERUN. Due membri delle forze di polizia camerunensi sono morti, a seguito di un attacco compiuto da indipendentisti del Camerun del Sud.

SIRIA. L’esercito siriano ha riconquistato la città di Albu Kamal, ultimo dei capisaldi principali dello Stato islamico.

É L’ECONOMIA, BELLEZZA

MERCATI. DJ (-0,58), NASDAQ (-0,87), FTSE 100 (-0,61), DAX (-1,49), CAC40 (-1,16), IBEX (-0,86), Nikkei (-0,20), Hang Seng (0,84). Shanghai (0,38), FTSE MIB (-0,83).

VALUTE €/x. $ (1,163), £ (0,886), ¥en (131,75), ¥uan (7,719), CHF (1,158), Aus (1,514), Can (1,477), Rub (69,072), Real (3,776), Won (1299,91), Rup (75,56).

COMMODITIES. WTI (57,15), Brent (63,87). Gas (3,21), Oro (1.288,30), Argento (17,04), Rame (3,08), Cotone (0,69), Zucchero (0,14), Mais (341,50), Soia (976,50), Grano (428,50), Avena (274,00), Riso (11,18).

Annunci

I movimenti indipendentisti dell’Africa


Mentre le cronache politiche internazionali sono occupate dalle vicende catalane, ed in parte da quelle del Kurdistan iracheno, altri due movimenti secessionisti si sono risvegliati. Nel sud-est della Nigeria ha ripreso quota il movimento dei popoli indigeni del Biafra che chiede l’indipendenza del proprio territorio da quello nigeriano. Il movimento basa principalmente le sue aspirazioni sul fattore religioso, essendo il popolo igbo prevalentemente di fede cristiana, mentre il resto della Nigeria è musulmano. Queste rivendicazioni hanno già portato alla guerra civile nel Biafra, avvenuto a cavallo degli anno 1967-70, al termine del quale si cercò di reintegrare la popolazione igbo, evitando le usuali ritorsioni post-conflitto. Il processo di reintegrazione non è completamente riuscito e molti igbo si sentono ancora cittadini di seconda classe. In Camerun i propositi di secessione sono basati sul fattore linguistico, essendovi contrasto tra il sud del paese di lingua anglofona ed il nord di lingua francofona. Le origini di questa divisione vanno ricercate nella storia, ovvero nella suddivisione dell’ex colonia tedesca in due territori sotto la responsabilità di Francia e Inghilterra, riuniti nel 1960. I camerunensi francofoni hanno assunto sempre una posizione di rilievo nell’ambito politico nazionale e la mancata traduzione in inglese di alcune recenti leggi ha fatto scattare la scintilla dell’indipendentismo del sud del paese, in quella che in futuro potrebbe chiamarsi Ambazonia.

Report geopolitico del 2 ottobre 2017

Rassegna ragionata dei principali accadimenti di politica internazionale 

UNITÀ DI CRISI 

STATI UNITI. Un uomo armato ha sparato sulla folla sottostante che assisteva ad un concerto a Las Vegas, causando la morte di almeno 58 persone.

FRANCIA. Un uomo armato di coltello ha ucciso due donne, nella città di Marsiglia, prima di essere ucciso a sua volta dalle forze di polizia.

COLOMBIA. Il principale partito ribelle della Colombia, l’ELN, ha raggiunto un accordo di cessate il fuoco con le autorità governative, per la prima volta in 50 anni.

CAMERUN. Almeno otto persone sono rimaste uccise, in seguito alle proteste dei camerunensi anglofoni che, da tempo, rivendicano discriminazioni da parte dei francofoni.

IRAQ. L’esercito iracheno, sostenuto dagli alleati sciiti, si é impossessato di una base aerea nei pressi della città di Hawija, tuttora nelle mani dello Stato Islamico.

SIRIA. Un’autobomba é esplosa nei pressi di una stazione di polizia a Damasco, causando la morte di almeno 16 persone.

É L’ECONOMIA, BELLEZZA

MERCATI. DJ (0,62), Nasdaq (0,20), FTSE 100 (0,90), DAX (0,58), CAC40 (0,39), FTSE MIB (0,51), Nikkei (0,22), Hang Seng (0,48).

VALUTE €/x. $ (1,174), £ (0,884), CHF (1,144), ¥en (132,292), ¥uan (7,805), $Can (1,468), $Aus (1,498), Real (0,269), Rub (0,0147). Kiwi (0,613), Rup (0,0130).

COMMODITIES. WTI (50,59), Brent (56,11), Gas (2,93), Oro (1.273,00), Argento (16,64), Rame (2,93), Cotone (0,84), Zucchero (0,14), Mais (350,50), Soia (954,50), Grano (445,25), Avena (252,00), Riso (12,05).

Report geopolitico del 13 luglio 2017

Rassegna ragionata dei principali accadimenti di politica internazionale 

UNITÀ DI CRISI 

CAMERUN. Un doppio attentato suicida è avvenuto a Waza, cittadina del Camerun ai confini con la Nigeria, causando la morte di almeno 12 persone.

DIPLOMAZIA ALL’APERTO 

USA-FRANCIA. Il presidente USA Donald Trump sarà in visita di stato in Francia, per un bilaterale con il neo presidente francese Macron.

É L’ECONOMIA, BELLEZZA

MERCATI. DJ (0,10), FTSE 100 (-0,05), DAX (0,12), CAC40 (0,25), FTSE MIB (0,42), NIKKEI (0,14), Hang Seng (0,07).

VALUTE €/x. $ (1,140), £ (0,889), ¥en (129,387), ¥uan (7,737), CHF (1,102), Real (0,273). Rub (0,0146).

COMMODITIES. WTI (46,00), Brent (48,37), Gas (2,96), Oro (1.215,70), Argento (15,59), Rame (2,66), Cotone (0,84), Zucchero (0,13), Mais (361,00), Soia (972,50), Grano (495,50). Avena (294,50), Riso (1.50).

Pillole glopolitiche del 25 gennaio 2016

  
Rassegna ragionata dei principali accadimenti di politica internazionale 

DANGER ROOM

CAMERUN. Almeno 35 persone sono morte a Bodo, nel nord del Camerun, a seguito di un quadruplo attentato terroristico, probabilmente orchestrato da Boko Haram.

ONE MAN, ONE VOTE

PORTOGALLO. Il candidato del centro-destra, Marcelo Rebelo decSoisa, è stato eletto presidente del Portogallo nelle elezioni che si sono svolte domenica.

DI PETROLIO ED ALTRE RISORSE

COMMODITIES. WTI (32.19$), Brent (32.18$), Gas Naturale (2.139$).

DIPLOMAZIA AL LAVORO

LAOS. Il segretario di stato USA John Kerry si è recato in visita in Laos, diventando il secondo presidente americano nella storia a recarsi nel paese asiatico.

IRAN. Il presidente iraniano Hassan Rouhani sarà in visita di stato in Europa al fine di ristabilire i contatti commerciali dopo la cancellazione delle sanzioni.

Pillole glopolitiche del 13 gennaio 2016

  
Rassegna ragionata dei principali accadimenti di politica internazionale 

DANGER ROOM

SIRIA. Le forze filogovernative fedeli ad Assad hanno ticonquistato le città di Salma e Marouniyat, nella provincia di Latakia, sottraendole al controllo dei ribelli.

PAKISTAN. Un attentatore suicida si è fatto esplodere all’esterno di un centro anti polio a Quetta, causando la morte di almeno 16 persone.

CAMERUN. Un attentato suicida è avvenuto all’esterno di una moschea della città di Kouyape, nel nord del paese, causando la morte di 12 persone.

DI PETROLIO ED ALTRE RISORSE

COMMODITIES. Gas Naturale (2.257$), WTI (30.44$), Brent (30.86$).

Pillole glopolitiche del 23 novembre 2015

  
Rassegna ragionata dei principali accadimenti di politica internazionale

DANGER ROOM

SIRIA. Le forze governative siriane, sostenute dall’aviazione russa, hanno riconquistato le città di Mheen e Hawwarin, a sud-est di Homs, in precedenza nelle mani dello Stato Islamico.

BURUNDI. Il governo ha sospeso le attività di tutte le organizzazioni della società civile, accusate di aver fomentato le proteste popolari.

CAMERUN. Nove persone sono morte a causa di una duplice esplosione avvenuta a Fotokol, nel nord del Camerun, probabilmente causata dai miliziani islamici di Boko Haram

GIAPPONE. Un’esplosione è avvenuta all’interno del contestato complesso monumentale di Yasukune, dove sono sepolti i militari giapponesi morti nella seconda guerra mondiale.

NEPAL. Tre persone sono morte a seguito degli scontri tra le forze di sicurezza e coloro che per protestare contro l’approvazione della nuova costituzione avevano bloccato alcune strade.

ONE MAN, ONE VOTE

ARGENTINA. Il candidato conservarle Mauricio Macri ha vinto le elezioni presidenziali argentine con il 51,7% dei voti! sconfiggendo il candidato peronista Daniel Scioli.

GHANA. Il partito National Democratic Congress (NDC) ha ufficializzato la ricandidatura dell’attuale presidente John Mahama alle prossime elezioni presidenziali del 2016.

DIPLOMAZIA AL LAVORO

RUSSIA-IRAN. Il presidente russo Vladimir Putin, dopo aver partecipato ad un incontro dei paesi produttori di gas, ha incontrato il presidente iraniano Hassan Rouhani per discutere degli sviluppi della situazione siriana.

DI PETROLIO ED ALTRE RISORSE

COMMODITIES. Gas Naturale (2.145$), WTI (41.90$), Brent 44.66$).


Pillole glopolitiche:30 luglio 2015

 

DANGER ROOM.

SIRIA: miliziani di Jabhat al Nusra hanno annunciato la cattura del leader di una formazione di ribelli del nord del paese, addestrati dagli USA per combattere lo Stato Islamico.

TURCHIA: militanti del PKK, il partito curdo dei lavoratori, hanno attaccato una unitá dell’esercito turco nella provincia meridionale ci Sirnak, uccidendo tre soldati.

AFGHANISTAN: dopo l’annuncio della morte del Mullah Omar sono stati annullati i previsti colloqui tra autorità afghane e talebani.

DIPLOMAZIA AL LAVORO.

NIGERIA: il presidente nigeriano Mohammad Buhari in visita di stato in Camerun, per rafforzare la cooperazione contro la minaccia Boko Haram.

NONSOLOPOLITICA.

INDIA: è stata eseguita la condanna a morte, per impiccagione, di Yakub Memon, accusato di aver finanziato e supportato logisticamente gli attentati di Bombay del 1993, dove morirono 257 persone.

Pillole glopolitiche: 23 luglio 2015

  

NIGERIA: almeno ventinove persone sono morte a seguito di una doppia esplosione avvenuta nella stazione degli autobus di Gombe, cittadina del nord della Nigeria. Probabili responsabili dell’attacco i miliziani islamici di Boko Haram.

CAMERUN: due attentatori suicidi hanno colpito due differenti zone della città di Maroua, nel nord cel Camerun, uccidendo tredici persone e ferendone 32.

GRECIA: é stato approvato il secondo piano di riforme greco, proposto dal premier Tsipras e necessario per ottenere il rifinanziamento del debito di 86 miliardi di euro.

PALESTINA: truppe israeliane hanno ucciso una persona e ferite due, durante un raid all’interno di una casa a Beit Ummar, nella West Bank.

Pillole Geopolitiche: 5 febbraio 2015

IMG_0628

GRECIA: la BCE ha comunicato che non accetterà più i titoli di stato greci a garanzia della liquidità fornita alle banche.

CAMERUN: i miliziani islamici di Boko Haram hanno attaccato la città di Fotokol, situata sul confine camerunense.

IRAQ: il primo ministro Haider al-Abadi ha dichiarato la fine del coprifuoco decennale che ha interessato la capitale Baghdad.

ISIS: un’agenzia di stato cinese ha dichiarato che IS ha ucciso tre militanti cinesi, che avrebbero manifestato la volontà di abbandonare lo Stato Islamico.

PAKISTAN: l’esercito pakistano ha condotto un’offensiva nel Sud Waziristan che ha portato all’uccisione di 25 terroristi talebani.

AFGHANISTAN: le forze di sicurezza afghane hanno ucciso 18 militanti talebani nella provincia di Nangarhar, al confine con il Pakistan.

YEMEN: gli attori in campo nella rivolta yemenita hanno deciso di creare un consiglio di presidenza che governi il paese per il prossimo anno.