Report geopolitico del 2 novembre 2017

Rassegna ragionata dei principali accadimenti di politica internazionale 

UNITÀ DI CRISI 

CATALOGNA. La magistratura spagnola ha disposto ed eseguito l’arresto dei ministri catalani rimasti a Barcellona.

YEMEN. Almeno 26 persone sono morte a seguito di uno strike aereo, effettuato dalla coalizione a guida saudita, nel nord ovest del paese.

ERITREA. Le forze di Sicurezza eritree hanno ucciso almeno 28 persone, in una delle rare manifestazioni di protesta nei confronti del governo.

É L’ECONOMIA, BELLEZZA

MERCATI. DJ (0,35), NASDAQ (-0,02), FTSE 100 (0,90), DAX (-0,18), CAC 40 (-0,07), IBEX (-0,47), NIKKEI (0,53), HANG SENG (-0,16), SHANGHAI (-0,37), FTSE MIB (0,24).

VALUTE €/x. $ (1,164), £ (0,886), ¥en (132,90), ¥uan (7,701), CHF (1,164), Aus (1,511), Can (1,496), Rub (68,032), Real (3,804), Won (1294,94), Rup (75,229).

COMMODITIES. WTI (54,76), Brent (60,82). Gas (2,94), Oro (1.277,40), Argento (17,13), Rame (3,13), Cotone (0,84), Zucchero (0,14), Mais (350,50), Soia (987,50), Grano (427,50), Avena (265,75), Riso (11,15).

Annunci

Report geopolitico del 31 ottobre 2017

Rassegna ragionata dei principali accadimenti di politica internazionale 

UNITÀ DI CRISI 

LIBIA. Almeno 17 persone sono morte a seguito di un attacco aereo avvenuto sulla città di Derna, la cui provenienza non é ancora chiara.

AFGHANISTAN. Quattro persone sono morte e tredici ferite a seguito di un attentato suicida avvenuto a Kabul, nei pressi dell’ambasciata USA, successivamente rivendicato dall’ISIS.

É L’ECONOMIA, BELLEZZA

MERCATI. DJ (0,15), NASDAQ (0,56), FTSE 100 (0,07), DAX (0,09), CAC40 (0,18), IBEX (0,74). NIKKEI (–), HANG SENG (-0,07). SHANGHAI (0,12), FTSE MIB (0,18).

VALUTE €/x. $ (1,163), £ (0,878), ¥en (132), ¥uan (7,717), CHF (1,162), Aus (1,521), Can (1,500), Rub (67,873), Real (3,805), Won (1301,5), Rup (75,356).

COMMODITIES. WTI (54,37), Brent (60,85), Gas (2,91), Oro (1.271,30), Argento (16,72), Rame (3,09), Cotone (0,84), Zucchero (0,14).

Il Giappone alla guida del TPP


Nonostante la rinuncia degli Stati Uniti di Donald Trump al proseguimento delle trattative per la firma degli accordi TPP (Trans Pacific Partnership), gli 11 paesi rimasti non hanno mollato la presa e hanno deciso di proseguire il lavoro iniziato più di tre anni fa. Nel corso di questa settimana si terranno ad Urayasu, in Giappone, una serie di consultazioni per cercare di raggiungere un accordo che potrebbe essere formalizzato a margine del prossimo vertice ASEAN, di previsto svolgimento a Danang, in Vietnam, il 10 e 11 novembre e ratificato nel giro di qualche mese. Sulla strada dell’accordo si stagliano due ulteriori problemi ancora: da una parte il cambio di governo in Nuova Zelanda, dall’altra le esitazioni del governo vietnamita a concludere un accordo senza gli Stati Uniti. Il nuovo Primo Ministro neozelandese Jacinda Ardern insiste nel voler inserire all’interno dell’accordo una serie di limitazioni alle speculazioni edilizie straniere che hanno causato un eccessivo aumento dei prezzi delle case. Il Vietnam, dopo la rinuncia statunitense, sta cercando di cambiare gli orientamenti generali relativi a diritti del lavoro e proprietà intellettuale, nonché di abbassare le tariffe sulle . Inoltre, c’è stata la richiesta di “congelare” alcune problematiche, tra cui anche quelle avversate dagli Stati Uniti, in modo da arrivare ad una conclusione dell’accordo e ridiscuterle successivamente, magari con una nuova amministrazione USA. 

Report geopolitico del 30 ottobre 2017

Rassegna ragionata dei principali accadimenti di politica internazionale 

UNITÀ DI CRISI 

CATALOGNA. Il leader catalano Carles Puigdemont ed alcuni ministri del suo governo, destituiti da Madrid, si sono rifugiati in Belgio per sfuggire alla cattura delle autorità spagnole.

UNA TESTA, UN VOTO

ISLANDA. Le elezioni politiche islandesi si sono concluse con una ripartizione dei seggi ancora più frammentata del passato: il partito del premier Benediktsson ha ottenuto 16 seggi, mentre una coalizione di partiti di sinistra potrebbe raggiungere i 32 voti necessari per governare.

KENYA. Le elezioni presidenziali kenyote si sono concluse con la netta affermazione di Uhuru Kenyatta che ha ottenuto il 98% dei voti.

DIPLOMAZIA ALL’APERTO

SIRIA. Sono iniziati oggi ad Astana, capitale del Kazakhstan, il settimo round dei colloqui sulla Siria, promossi da Russia, Iran e Turchia.

FILIPPINE-GIAPPONE. Il presidente filippino Rodrigo Duterte si recherá in visita di stato in Giappone, dove incontrerà il premier Shinzo Abe per discutere della minaccia nordcoreana.

É L’ECONOMIA, BELLEZZA

MERCATI. DJ (-0,36), NASDAQ (-0,03), FTSE 100 (-0,23), DAX (0,09), CAC40 (-0,01), IBEX (2,44), NIKKEI (0,01), HANG SENG (-0,21), SHAGNHAI (-0,77), FTSE MIB (0,39).

VALUTE €/x. $ (1,161), £ (0,879), ¥en (131,83), ¥uan (7,716), CHF (1,160), Aus (1,514), Can (1,491), Rub (67,120), Real (3,779), Won (1306,01), Rup (75,356).

COMMODITIES. WTI (54,11), Brent (60,51), Gas (2,99), Oro (1.277,20). Argento (16,86), Rame (3,10), Cotone (0,84), Zucchero (0,14), Mais (348,50), Soia (975,00), Grano (426,25), Avena (263,50), Riso (11,45).

Report geopolitico del 26 ottobre 2017

Rassegna ragionata dei principali accadimenti di politica internazionale 

UNITÀ DI CRISI 

YEMEN. L’aviazione statunitense ha condotto due strike aerei nello Yemen, nel governatorato di Al Bayda, uccidendo nove miliziani dell’ISIS.

KENYA. Almeno tre persone sono morte in Kenya, a seguito di scontri tra polizia e manifestanti che protestavano per l’illegittimità delle elezioni presidenziali in corso.

ETIOPIA. Almeno cinque persone sono morte a seguito di scontri tra la polizia e la popolazione locale di un villaggio della turbolenta regione di Oromia.

DIPLOMAZIA ALL’APERTO 

IRAQ-IRAN. Il primo ministro iracheno Haider al Abadi si recherá in visita di stato in Iran, dove incontrerà il presidente iraniano Hassn Rouhani per discutere delle evoluzioni politiche in corso nella regione.

USA-COREA DEL SUD. Il segretario alla Difesa statunitense James Mattis si recherá in visita di stato in Corea del Sud, per discutere delle tensioni nell’area del sud est asiatico, anticipando il viaggio del presidente Trump.

É L’ECONOMIA, BELLEZZA

COREA DEL SUD. L’economia sudcoreana ha fatto registrare il miglior tasso di crescita degli ultimi sette anni con un +1.4% nel terzo trimestre, che ha portato la crescita annuale al +3,6%.

MERCATI. DJ (0,38), NASDAQ (0,02), FTSE 100 (0,53), DAX (1,39), CAC40 (1,50), IBEX (1,90), Nikkei (0,15), Hang Seng (-0,31), Shanghai (0,33), FTSE MIB (1,61).

VALUTE €/x. $ (1,175), £ (0,890), ¥en (133,75), ¥uan (7,800), CHF (1,167), Aus (1,524), Can (1,404), Rub (67,759), Real (3,803), Won (1320,41), Rup (76,23).

COMMODITIES. WTI (52,66), Brent (59,05), Gas (3,05), Oro (1.268,30), Argento (16,79) Rame (3,17), Cotone (0,84), Zucchero (0,14), Mais (350,00), Soia (972,25), Grano (430,50), Avena (262,75), Riso (11,50).

Report geopolitico del 25 ottobre 2017

Rassegna ragionata dei principali accadimenti di politica internazionale 

DIPLOMAZIA ALL’APERTO

USA-INDIA. Il segretario di stato USA Rex Tillerson si recherá in visita di stato in India, dove incontrerà il ministro degli esteri indiano Sushma Swaraj.

É L’ECONOMIA, BELLEZZA

MERCATI. DJ (0,78), NASDAQ (-0,35), FTSE 100 (-1,05),DAX (0,09), CAC40 (0,15), IBEX (-0,60), NIKKEI (1,11), Hang Seng (-0,58), Shanghai (0,11). FTSE MIB (0,14).

VALUTE €/x. $ (1,174), £ (0,890), ¥en (133,59), ¥uan (7,795), CHF (1,158), Aus (1,501), Can (1,483), Rub (67,437), Real (3,749), Won (1326,40), Rup (76,336).

COMMODITIES. WTI (52,20), Brent (58,17), Gas (2,93), Oro (1.278,90), Argento (16,95), Rame (3,17), Cotone (0,84), Zucchero (0,14), Mais (351,50), Soia (976,50), Grano (436,25), Avena (277,25), Riso (11,66).

NEOM, la città del futuro


Il giovane principe saudita Mohammad Bin Salman (MBS), erede designato al trono, ha annunciato la creazione di un nuovo centro urbano. Neom, questo il nome della futura città, si estenderà su una superficie di 26 mila chilometri quadrati e sarà situata nell’area al confine tra Arabia Saudita e Giordania, di fronte all’Egitto. Sarà una zona franca, un polo industriale gigantesco che punterà soprattutto su energie, biotecnologie, filiera alimentare, scienze tecnologiche e digitali, produzione avanzata. Per lo sviluppo del progetto è stato scelto Klaus Keinfeld, top manager mondiale, già amministratore delegato di Siemens. Saranno investiti circa 500 miliardi di dollari, una parte dei quali proverrà dalla quotazione in borsa di Saudi Aramco, la ricchissima compagnia petrolifera di stato che nel 2018 cederà al mercato il 5%. La creazione di Neom si inscrive nel più ampio Vision 2030, l’ambizioso progetto ideato da MBS per rendere l’Arabia Saudita un paese più moderno, diversificandone l’economia, in modo da renderla meno dipendente dalle rendite petrolifere.

Report geopolitico del 24 ottobre 2017

Rassegna ragionata dei principali accadimenti di politica internazionale 

DIPLOMAZIA ALL’APERTO 

USA-PAKISTAN. Il segretario di stato USA Rex Tillerson si recherá in visita di stato in Pakistan, dove incontrerà il primo ministro Shahid Khaqan Abbasi per parlare dei controversi rapporti con i talebani afghani.

É L’ECONOMIA, BELLEZZA

MERCATI. DJ (0,78), Nasdaq (-0,35), FTSE 100 (0,03), DAX (0,09), CAC40 (0,15), IBEX (-0,60), Nikkei (1,11), Hang Seng (-0,58), Shanghai (0,11), FTSE MIB (0,14).

VALUTE €/x. $ (1,174), £ (0,890), ¥en (133,59), ¥uan (7,795), CHF (1,158), Aus (1,508), Can (1,483), Rub (67,437), Real (3,749), Won (1326,40), Rup (76,336).

COMMODITIES. WTI (52,44), Brent (58,16), Gas (2,98), Oro (1.278,70), Argento (16,99), Rame (3,19), Cotone (0,84), Zucchero (0,14), Mais (352,50), Soia (978,50), Grano (437,75), Avena (279,25), Riso (11,62).

Un sito di GloPolitica