Archivi categoria: Pubblicazioni

Le pubblicazioni de Il Ragazzo Geopolitico

Report geopolitico del 16 novembre 2017

Rassegna ragionata dei principali accadimenti di politica internazionale 

UNITÀ DI CRISI 

AFGHANISTAN. Un attentato suicida, rivendicato dall’ISIS, é avvenuto questa mattina nella capitale Kabul, nei pressi di un importante Congresso politico, causando la morte di nove persone.

EGITTO. Le forze di sicurezza egiziane hanno condotto una serie di raid nella penisola del Sinai, uccidendo tre miliziani islamisti e ferendone altri 74.

UNA TESTA. UN VOTO

CAMBOGIA. La Corte Suprema cambogiana ha disposto lo scioglimento del Cambodia National Rescue Party (CNRP), il principale partito d’opposizione.

É L’ECONOMIA, BELLEZZA

MERCATI. DJ (0,91), Nasdaq (1,42), FTSE 100 (0,19), DAX (0,55), CAC40 (0,66), IBEX (0,75), Nikkei (1,47), Hang Seng (0,74), Shanghai (-0,08), FTSE MIB (0,22).

VALUTE €/x. $ (1,177), £ (0,891), ¥en (133,12), ¥uan (7,806), CHF (1,168), Aus (1,550), Can (1,502), Rub (70,446), Real (3,857), Won (1291,59), Rup (76,891).

COMMODITIES. WTI (55,12), Brent (61,40), Gas (3,07), Oro (1.278,50), Argento (17,08), Rame (3,05), Cotone (0,69), Zucchero (0,14), Mais (337,25), Soia (974,50), Grano (423,75), Avena (260,50), Riso (12,10).

Annunci

Report geopolitico del 15 novembre 2017

Rassegna ragionata dei principali accadimenti di politica internazionale 

UNITÀ DI CRISI

ZIMBABWE. Il presidente dello Zimbabwe, Robert Mugabe, in carica da oltre trent’anni, sarebbe stato sequestrato da un gruppo di militari, che avrebbero messo in piedi un golpe a sostegno del vicepresidente.

NIGERIA. Una serie di attentati esplosivi condotti da miliziani di Boko Haram ha causato la morte di almeno 11 persone, nei pressi della città di Maiduguri.

DIPLOMAZIA ALL’APERTO 

TURCHIA-QATAR. Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan si é recato in visita di stato in Qatar, dove ha incontrato l’emiro Tamim in Hamad al Thani.

É L’ECONOMIA, BELLEZZA

GIAPPONE. L’economia giapponese ha fatto registrare il settimo trimestre consecutivo di crescita (+0,4% q/q), portando le stime di crescita a/a a +1,4%.

MERCATI. DJ (-0,51), Nasdaq (-0,30), FTSE 100 (-0,56), DAX (-0,44), CAC40 (-0,27), IBEX (0,24), Nikkei (-1,57), Hang Seng (-0,83), Shanghai (-0,79), FTSE MIB (-0,62).

VALUTE €/x. $ (1,184), £ (0,899), ¥en (133,45), ¥uan (7,840), CHF (1,167), Aus (1,558), Can (1,510), Rub (71,257), Real (3,849), Won (1306,21), Rup (77,215),

COMMODITIES. WTI (55,28), Brent (61,84), Gas (3,08), Oro (1.277,60), Argento (16,96), Rame (3,04), Cotone (0,69), Zucchero (0,14), Mais (338,50), Soia (976,50), Grano (421,50), Avena (266,25), Riso (12,07).

Report geopolitico del 14 novembre 2017

Rassegna ragionata dei principali accadimenti di politica internazionale 

UNITÀ DI CRISI 

YEMEN. Almeno sei persone sono morte, a causa dell’esplosione di un’autobomba, nel quartiere di Al Mansoura, nella città di Aden. L’attentato é stato rivendicato dall’ISIS.

SIRIA. Si aggrava sempre più il bilancio dell’attacco aereo sulla città di Atareb, ormai giunto a 61 vittime.

AFGHANISTAN. Una serie di attacchi da parte dei talebani, in diverse aree del paese, ha causato la morte di almeno 70 poliziotti.

É L’ECONOMIA, BELLEZZA

GERMANIA. Il PIL tedesco ha fatto registrare, nel terzo trimestre dell’anno, una crescita di 0,8%, portano la crescita a/a al +2,3%.

FINLANDIA. L’economia finlandese ha fatto registrare una crescita a/a pari al 3,8%.

ITALIA. Il PIL italiano del terzo trimestre é cresciuto del 0,5%, portando la crescita a/a a +1,8%.

MERCATI. DJ (0,13), Nasdaq (0,13), FTSE 100 (-0,01), DAX (-0,40), CAC40 (-0,73), IBEX (-0,86), Nikkei (-1,32), Hang Seng (0,36), Shanghai (0,38), FTSE MIB (-0,83).

VALUTE €/x. $(1,163), £ (0,886), ¥en (131,75), ¥uan (7,719), CHF (1,158), Aus (1,514), Can (1,477), Rub (69,072), Real (3,776), Won (1299,91), Rup (75,56).

COMMODITIES. WTI (55,66), Brent (62,12), Gas (3,10), Oro (1.282,90), Argento (17,07), Rame (3,06), Cotone (0,69), Zucchero (0,14), Mais (337,75), Soia (968,00), Grano (426,25), Avena (277,00), Riso (11,53).

Il nuovo conflitto irlandese

Con tutta l’attenzione concentrata sul travagliato percorso di uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea, pochi si sono accorti delle difficoltà in cui si trova l’Irlanda del Nord, dove il complesso accordo di power sharing con Londra, in vigore da 20 anni, è in piena crisi. I problemi sono iniziati 11 mesi fa circa, con uno scandalo sull’utilizzo di fondi pubblici, ma poi si è introdotto un nuovo elemento legato alla lingua: i partiti nazionalisti che rappresentano la comunità repubblicana, in larga parte cattolica, vogliono che il governo approvi una legge che tuteli i diritti della lingua irlandese, parlata ancora da una piccola minoranza. I rappresentanti del Partito Democratico Unionista (DUP), principalmente protestanti ed in favore dell’Unione con la Gran Bretagna, che stanno attualmente sostenendo il governo di Theresa May, hanno rigettato la richiesta. Questa situazione di stallo sta mettendo in seria crisi l’accordo politico emerso dal Good Friday Agreement del 1998, con cattolici e protestanti che si accusano a vicenda. L’irlandese è una delle lingue ufficiali della Repubblica d’Irlanda, dove agli studenti è richiesto di studiarla a scuola per 13 anni. Il governo supporta l’utilizzo dell’irlandese nelle trasmissioni tv e radiofoniche, così come la creazione di aree rurali prettamente irlandesi chiamate “Gaeltacht”. Tutto ciò non ha permesso la diffusione dell’irlandese che in Irlanda è parlato solo dal 30% della popolazione. Nell’Irlanda del Nord questa percentuale cala ulteriormente all’8% della popolazione, facendo diventare l’irlandese la terza lingua più parlata dopo inglese e polacco. Ma negli ultimi anni, l’irlandese sta nuovamente emergendo, grazie all’influenza crescente di scuole che insegnano esclusivamente nella lingua locale e all’utilizzo dei social networks. I sostenitori di un provvedimento linguistico a favore dell’irlandese sostengono la parità di trattamento con gallesi e scozzesi, che beneficiano da anni di un trattamento di favore.

Report geopolitico del 13 novembre 2017

Rassegna ragionata dei principali accadimenti di politica internazionale 

UNA TESTA, UN VOTO

SLOVENIA. Il presidente uscente Borut Pahor é stato rieletto alla presidenza della repubblica slovena, avendo ottenuto il 52,9% dei voti al ballottaggio del 12 novembre.

É L’ECONOMIA, BELLEZZA

MERCATI. DJ (0,13), NASDAQ (0,13), FTSE 100 (-0,24), DAX (-0,40), CAC40 (-0,73), IBEX (-0,86), Nikkei (-1,32), Hang Seng (0,36), Shanghai (0,38), FTSE MIB (-0,83).

VALUTE €/x. $ (1,163), £ (0,886), ¥en (131,75), ¥uan (7,719), CHF (1,158), Aus (1,514), Can (1,477), Rub (69,072), Real (3,776), Won (1299,91), Rup (75,56).

COMMODITIES. WTI (56,73), Brent (63,16), Gas (3,14), Oro (1.279,10), Argento (17,05), Rame (3,11), Cotone (0,69), Zucchero (0,14), Mais (341,50), Soia (964,50), Grano (425,75), Avena (275,00), Riso (11,12).

Report geopolitico del 9 novembre 2017

Rassegna ragionata dei principali accadimenti di politica internazionale 

UNITÀ DI CRISI 

CAMERUN. Due membri delle forze di polizia camerunensi sono morti, a seguito di un attacco compiuto da indipendentisti del Camerun del Sud.

SIRIA. L’esercito siriano ha riconquistato la città di Albu Kamal, ultimo dei capisaldi principali dello Stato islamico.

É L’ECONOMIA, BELLEZZA

MERCATI. DJ (-0,58), NASDAQ (-0,87), FTSE 100 (-0,61), DAX (-1,49), CAC40 (-1,16), IBEX (-0,86), Nikkei (-0,20), Hang Seng (0,84). Shanghai (0,38), FTSE MIB (-0,83).

VALUTE €/x. $ (1,163), £ (0,886), ¥en (131,75), ¥uan (7,719), CHF (1,158), Aus (1,514), Can (1,477), Rub (69,072), Real (3,776), Won (1299,91), Rup (75,56).

COMMODITIES. WTI (57,15), Brent (63,87). Gas (3,21), Oro (1.288,30), Argento (17,04), Rame (3,08), Cotone (0,69), Zucchero (0,14), Mais (341,50), Soia (976,50), Grano (428,50), Avena (274,00), Riso (11,18).

Report geopolitico del 7 novembre 2017

Rassegna ragionata dei principali accadimenti di politica internazionale 

UNITÀ DI CRISI

AFGHANISTAN. Almeno cinque persone sono morte a seguito dell’assalto alla televisione di stato, a Kabul, da parte di miliziani dell’ISIS.

É L’ECONOMIA, BELLEZZA

MERCATI. DJ (-0,11), NASDAQ (-0,39), FTSE 100 (-0,65), DAX (-0,66), CAC40 (-0,48). IBEX (-0,83), Nikkei (1,73), Hang Seng (1,32), Shanghai (0,80), FTSE MIB (-0,17).

VALUTE €/x. $ (1,156), £ (0,880), ¥en (132,03), ¥uan (7,675), CHF (1,155), Aus (1,511), Can (1,476), Rub (68,044), Real (3,782), Won (1285,17). Rup (75,147).

COMMODITIES. WTI (57,30), Brent (63,78), Gas (3,15), Oro (1.277,90), Argento (16,98), Rame (3,08), Cotone (0,84), Zucchero (0,14), Mais (347,00), Soia (986,50), Grano (425,50), Avena (270,00), Riso (11,24).

Report geopolitico del 6 novembre 2017

Rassegna ragionata dei principali accadimenti di politica internazionale 

UNITÀ DI CRISI 

SOMALIA. Gli Stati Uniti hanno condotto il loro primo strike aereo ai danni di miliziani ISI in Somalia, nel nord est del paese.

YEMEN. La coalizione a guida saudita, dopo il tentato lancio del missile balistico sull’aeroporto di Ryad, ha effettuato i bombardamenti più intensi sulla capitale Sanaa dall’inizio del conflitto.

É L’ECONOMIA, BELLEZZA

MERCATI. DJ (0,14), NASDAQ (0,34), FTSE 100 (0,03), DAX (-0,07), CAC40 (-0,19), IBEX (-0,40), NIKKEI (0,04), Hang Seng (0,02), Shanghai (0,52), FTSE MIB (-0,05).

VALUTE €/x. $ (1,159), £ (0,883), ¥en (132,29), ¥uan (7,688), CHF (1,159), Aus (1,512), Can (1,478), Rub (68,332), Real (3,817), Won (288,85), Rup (74,945).

COMMODITIES. WTI (57,39), Brent (64,20), Gas (3,12), Oro (1.281,90), Argento (17,25), Rame (3,15), Cotone (0,84), Zucchero 0,14), Mais (347,25), Soia (986,00), Grano (429,00), Avena (268,75), Riso (11,24).

Report geopolitico del 2 novembre 2017

Rassegna ragionata dei principali accadimenti di politica internazionale 

UNITÀ DI CRISI 

CATALOGNA. La magistratura spagnola ha disposto ed eseguito l’arresto dei ministri catalani rimasti a Barcellona.

YEMEN. Almeno 26 persone sono morte a seguito di uno strike aereo, effettuato dalla coalizione a guida saudita, nel nord ovest del paese.

ERITREA. Le forze di Sicurezza eritree hanno ucciso almeno 28 persone, in una delle rare manifestazioni di protesta nei confronti del governo.

É L’ECONOMIA, BELLEZZA

MERCATI. DJ (0,35), NASDAQ (-0,02), FTSE 100 (0,90), DAX (-0,18), CAC 40 (-0,07), IBEX (-0,47), NIKKEI (0,53), HANG SENG (-0,16), SHANGHAI (-0,37), FTSE MIB (0,24).

VALUTE €/x. $ (1,164), £ (0,886), ¥en (132,90), ¥uan (7,701), CHF (1,164), Aus (1,511), Can (1,496), Rub (68,032), Real (3,804), Won (1294,94), Rup (75,229).

COMMODITIES. WTI (54,76), Brent (60,82). Gas (2,94), Oro (1.277,40), Argento (17,13), Rame (3,13), Cotone (0,84), Zucchero (0,14), Mais (350,50), Soia (987,50), Grano (427,50), Avena (265,75), Riso (11,15).

Report geopolitico del 31 ottobre 2017

Rassegna ragionata dei principali accadimenti di politica internazionale 

UNITÀ DI CRISI 

LIBIA. Almeno 17 persone sono morte a seguito di un attacco aereo avvenuto sulla città di Derna, la cui provenienza non é ancora chiara.

AFGHANISTAN. Quattro persone sono morte e tredici ferite a seguito di un attentato suicida avvenuto a Kabul, nei pressi dell’ambasciata USA, successivamente rivendicato dall’ISIS.

É L’ECONOMIA, BELLEZZA

MERCATI. DJ (0,15), NASDAQ (0,56), FTSE 100 (0,07), DAX (0,09), CAC40 (0,18), IBEX (0,74). NIKKEI (–), HANG SENG (-0,07). SHANGHAI (0,12), FTSE MIB (0,18).

VALUTE €/x. $ (1,163), £ (0,878), ¥en (132), ¥uan (7,717), CHF (1,162), Aus (1,521), Can (1,500), Rub (67,873), Real (3,805), Won (1301,5), Rup (75,356).

COMMODITIES. WTI (54,37), Brent (60,85), Gas (2,91), Oro (1.271,30), Argento (16,72), Rame (3,09), Cotone (0,84), Zucchero (0,14).