Pillole glopolitiche: 11 maggio 2015

  

YEMEN: i ribelli Houthi hanno accettato un cessate il fuoco della durata di cinque giorni, per permettere la distribuzione di aiuti umanitari alla popolazione yemenita, dopo un mese di continui bombardamenti da parte dell’aviazione saudita. Alcune ore prima i ribelli Houthi avevano dichiarato di aver abbattuto un F-16 dell’aviazione marocchina, impegnato nei raid aerei a supporto dei sauditi.

LIBIA: le forze di sicurezza libiche non hanno attaccato un cargo turco, che si stava avvicinando alle coste per offrire aiuto ai ribelli di Derna.

AFGHANISTAN: un attentatore suicida ha attaccato un bus che trasportava impiegati del governo, a Kabul, uccidendone tre e ferendone una decina.

MACEDONIA: 8 poliziotti e 14 terroristi sono morto a seguito di scontri avvenuti a Kumanovo, località al confine tra Macedonia e Kosovo. Gli assalitori apparterrebbero ad una sigla indipendentista legata all’UCK, l’esercito di liberazione del Kosovo.

REPUBBLICA CENTRAFRICANA: dieci milizie rivali hanno raggiunto un accordo di cessate il fuoco, nel tentativo di porre fine a due anni continui di conflitto.

POLONIA: i risultati delle elezioni presidenziali hanno consegnato il 34% dei voti espressi al nazionalista Andrzej Duda e il 32% al presidente uscente liberale Borislaw Komorowski. I due dovranno, adesso, sfidarsi al ballottaggio previsto per il 24 maggio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...